Unione Piccoli Proprietari Immobiliari
Apr 24, 2017 - 01:23 PM
alt1
Scrivici  
alt1
Cerca  
alt1
alt1 alt1 alt1
alt1
Main Menu
alt1
· Pagina principale
· Aggiornamento Canone
· Chi siamo
· Cerca
· Argomenti
· Altre Sedi Provinciali UPPI
· Domanda di adesione
· Sito della Sede Nazionale UPPI

alt1
La Nostra Sede Provinciale
alt1

Alessandria
corso V.Marini, 12
tel. 0131-260343
Orario:
Per consulenze: Lunedì dalle ore 15,00 alle ore 18,00
Martedì dalle ore 9,00 alle ore 11,00

Per pratiche di segreteria: dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e dalle ore 15,00 alle ore 18,00

alt1
AGGIORNAMENTI
alt1
ULTIMO AGGIORNAMENTO : 04 OTTOBRE 2016

alt1
alt1
Leggi: attestato di prestazione energetica-NUOVE DISPOSIZIONI
Postato da: Aldo Chiesa
alt1
Argomento Impianti
Attestato di prestazione energetica: GENNAIO 2014

Attestato di prestazione energetica: le contraddizioni del Parlamento
• Fausto Indelicato
• gennaio 2014
Questo articolo è stato pubblicato il 15 gennaio 2014 alle ore 16:34.
L'ultima modifica è del 15 gennaio 2014 alle ore 17:42.
15/01/2014
La disciplina in materia di attestato di prestazione energetica ha subito, recentemente, alcune modifiche normative che hanno creato alcuni problemi a causa del loro contenuto contraddittorio. Per comprendere le problematiche sottese a questi recenti interventi è opportuno fare un breve cenno al quadro normativo di riferimento.
L'articolo 6 del d.lgs. 192/2005 (Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell'edilizia) (così come modificato dall'articolo 6, comma 1, del D.L. 4 giugno 2013, n. 63 convertito, con modificazioni, dalla Legge 3 agosto 2013 n. 90) ai commi 3 e 3-bis aveva previsto che:
"3. Nei contratti di vendita, negli atti di trasferimento di immobili a titolo gratuito o nei nuovi contratti di locazione di edifici o di singole unità immobiliari e' inserita apposita clausola con la quale l'acquirente o il conduttore danno atto di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell'attestato, in ordine alla attestazione della prestazione energetica degli edifici.
3-bis. L'attestato di prestazione energetica deve essere allegato al contratto di vendita, agli atti di trasferimento di immobili a titolo gratuito o ai nuovi contratti di locazione, pena la nullita' degli stessi contratti".
Una disposizione molto chiara che, anche in ossequio ai richiami arrivati dal legislatore comunitario, sanzionava la mancata allegazione dell'attestato di prestazione energetica con la nullità dei relativi atti.
Il Parlamento con l'articolo 1 comma 7 del decreto legge 23 dicembre 2013 n.145 (Interventi urgenti di avvio del piano "Destinazione Italia", …) ha sostituito i commi 3 e 3 bis sopra indicati con il seguente unico comma: "3. Nei contratti di compravendita immobiliare, negli atti di trasferimento di immobili a titolo oneroso e nei nuovi contratti di locazione di edifici o di singole unita' immobiliari soggetti a registrazione e' inserita apposita clausola con la quale l'acquirente o il conduttore dichiarano di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell'attestato, in ordine alla attestazione della prestazione energetica degli edifici; copia dell'attestato di prestazione energetica deve essere altresì allegata al contratto,TRANNE CHE NEI CASI DI LOCAZIONE DI SINGOLE UNITÀ IMMOBILIARI .In caso di omessa dichiarazione o allegazione, se dovuta, le parti sono soggette al pagamento, in solido e in parti uguali, della sanzione amministrativa pecuniaria da euro 3.000 a euro 18.000; la sanzione e' da euro 1.000 a euro 4.000per i contratti di locazione di singole unita' immobiliari e, se la durata della locazione non eccede i tre anni, essa e' ridotta alla meta'".
Quindi non più nullità, bensì una sanzione amministrativa e per coordinare il tutto con il passato, il comma 8 del medesimo articolo ha previsto che "Su richiesta di almeno una delle parti o di un suo avente causa, la stessa sanzione amministrativa di cui al comma 3 dell'articolo 6 del decreto legislativo n. 192 del 2005 si applica altresi' ai richiedenti, in luogo di quella della nullità del contratto anteriormente prevista, per le violazioni del previgente comma 3-bis dello stesso articolo 6 commesse anteriormente all'entrata in vigore del presente decreto, purche' la nullità del contratto non sia già' stata dichiarata con sentenza passata in giudicato".
In seguito all'abrogazione del "previgente" comma 3-bis il legislatore ha dunque previsto che la precedente sanzione di nullità possa essere modificata in sanzione amministrativa purché la nullità del contratto non sia stata già dichiarata con sentenza passata in giudicato.
Nullità o sanzione amministrativa, era comunque necessario allegare l'attestato di prestazione energetica, almeno fino a qualche giorno dopo Natale.
Ed infatti con la legge 27 dicembre 2013 n. 147 (disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello stato – legge di stabilità 2014), il legislatore ha pensato bene di inserire la seguente premessa (evidenziata in grassetto) all'articolo 6 comma 3-bis (abrogato con il decreto legge 145/2013) "A decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto di adeguamento di cui al comma 12, l'attestato di prestazione energetica deve essere allegato al contratto di vendita, agli atti di trasferimento di immobili a titolo gratuito o ai nuovi contratti di locazione, pena la nullita' degli stessi contratti".
Quindi l'obbligo di allegazione dell'APE decorrerebbe dalla data di entrata in vigore dei decreti attuativi previsti dal comma 12, e cioè dei decreti che dovranno intervenire a modificare le Linee guida per la certificazione energetica emanate con il decreto ministeriale 26 giugno 2009. Inoltre ritorna anche la sanzione della nullità.
In sintesi il decreto legge del 23 dicembre prevede l'allegazione dell'attestato di prestazione energetica, mentre la legge del 27 dicembre, intervenendo sul'articolo 3-bis (abrogato) ha rimandato quest'obbligo alla futura data di emanazione dei decreti attuativi sopra indicati.
Nell'incertezza normativa, e sperando che in sede di conversione si provveda a rimediare alle contraddizioni natalizie, si ritiene comunque opportuno allegare l'attestato di prestazione energetica, al fine di evitare che l'atto di vendita o locazione possa essere esposto alle mutevoli volontà del legislatore e salvo che in sede di conversione del decreto legge il parlamento decida di sanzionare i cittadini che, adeguandosi alla normativa europea, abbiano chiesto e/o allegato questo attestato.
Ed infatti non bisogna dimenticare che l'obbligo di allegazione era stato introdotto nell'agosto del 2013 proprio in seguito all'apertura di una procedura d'infrazione avviata dalla Commissione europea per il non corretto recepimento della direttiva sulla prestazione energetica.
Fine


alt1
alt1
 
alt1
Link Correlati
alt1
· Inoltre su Impianti
· News di ac


Articolo più letto relativo Impianti:
Libretto di centrale termica


Pagina Stampabile  Invia questo Articolo ad un Amico

"Leggi: attestato di prestazione energetica-NUOVE DISPOSIZIONI" | Login/Crea Account | 0 Commenti
Limite
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
alt1
Segnala eventuali problemi riscontrati 
alt1
U.P.P.I. Alessandria - corso V. Marini 12 Alessandria
tel. 0131260343
email: info@uppi-alessandria.it

Questo sito è stato realizzato nel nov. 2001 mediante Post-Nuke con il supporto tecnico di Dot. ing. Fulvio Chiesa - Alessandria

alt1